Maca -Lepidium meyenii- potente afrodisiaco per problemi di impotenza

Info botaniche
Lepidium meyenii

Denominazione botanica: Lepidium meyenii Walp., L. peruvianum Chacon – fam. Crucifere (Brassicacee)
Sinonimi:
Amarillo, Ccello (Maca gialla); Rojo, Puca (Maca rossa); Morado, Milagro (Maca rosso scuro)
Parti usate:
radice tuberosa - Tempo balsamico: a maturità, cioè dopo 7-10 mesi dalla semina

Pianta erbacea annuale con radice tuberosa dalla tipica forma di pera, lunga 10-14 cm, diametro 3-5 cm, di colore variabile dal giallo al rosso scuro. Il tallo principale è molto ridotto con foglie basali lunghe 20 cm dal lungo picciolo, possiede rami laterali di 15 cm circa con piccole foglie alterne bipennate, piccoli fiori apicali. Cresce soltanto su depositi alluvionali del Quaternario, formati da conglomerati di argilla nera, bituminosa o carbonifera. E’ utilizzato dalle popolazioni andine fin dai tempi degli Incas.

Proprietà

La Maca nelle DISFUNZIONI SESSUALI, in particolare MASCHILI, nell' INFERTILITA'.

Gli alcaloidi contenuti agiscono sull'asse ipotalamo-ipofisario, producendo una stimolazione delle ghiandole surrenali ed un effetto energizzante e stimolante sulle gonadi. La proprietà di aumentare la fertilità sia maschile che femminile è dovuta al sinergismo di diversi componenti della Maca: alto contenuto di minerali quali zinco e iodio, presenza di aminoacidi, in particolare arginina, e vitamine C ed E agiscono in sinergia con le sostanze di natura alcaloidea e con i fitosteroli. In particolare è stata dimostrata una stimolazione della spermatogenesi nel maschio (aumentata produzione di spermatogoni e spermatozoi), una stimolazione della maturazione dei follicoli del Graaf e della secrezione di estrogeni nella femmina. Grazie alla presenza di fitosteroli rappresenta una valida alternativa naturale agli anabolizzanti di sintesi. L'effetto tonico non è dovuto ad una stimolazione del S.N.C. (come per il caffè), ma ad un migliorato rendimento energetico: per questo è stato impiegato vantaggiosamente anche dagli atleti. L'azione riequilibrante ormonale risulta utile anche nella sindrome premestruale e in menopausa. Per l'alto contenuto di iodio può essere impiegata nell'insufficienza tiroidea, spesso legata appunto a depressione, perdita della memoria, affaticamento cronico. Anche irregolarità mestruali e infertilità femminile sono frequentemente correlate a malattie della tiroide.



Indicazioni
ENERGIZZANTE nelle DISFUNZIONI SESSUALI, in particolare MASCHILI, nell'INFERTILITA' e nell'AFFATICAMENTO CRONICO.

Bibliografia

Bianchi A.: "La radice della Maca, un integratore d’alta quota", Erboristeria Domani, n. 2, 1998
Walker, Morton, DPM: "Medical Journalist Report of Innovative Biologics – Effects of Peruvian Maca on Hormonal Functions", Townsend Letter for Doctors & Patients, November 1998
Cabieses F.: La maca y la puna, Universidad de San Martìn de Porres, Lima , 1997
Reyna J., Gomez-Sanchez I., Gagliuffi A. y Idelfonso C.: "Evaluacion Quimico-Nutricional de la Maca", Agroenfoque, 77, 42-44, 1996
Dini A., Migluolo G., Rastrelli L., Saturnino P. and Schettino O.: "Chemical composition of Lepidium Meyenii", Food Chemistry, 49, 347-349, 1994


Altre Info
Cerca altre informazioni su google: maca

La maca risponde appieno ai dettami della moderna scienza alimentare; infatti è povera di grassi (tra cui prevalgono quelli insaturi), ma fornisce un buon apporto di carboidrati e proteine, nonché di fibre, vitamine e sali minerali. Particolarmente interessante è il contenuto in amminoacidi essenziali, quelli cioè che non sono sintetizzati adeguatamente dal nostro organismo, e perciò devono essere introdotti con la dieta. Gli aminoacidi essenziali sono: istidina (necessaria nei bambini), isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, valina e triptofano. La cisteina si forma a partire da metionina e fenilalanina. Da notare è anche la presenza degli acidi grassi essenziali (acido oleico, linoleico ed arachidonico). Fra i componenti biologicamente attivi della maca, ricordiamo i glucosinolati, contenenti glicosidi solforati che si trovano anche in altre specie della famiglia delle Brassicacee (ad esempio nei broccoli). La maca è ricca in glucosinolati benzilici, glucotropolina e in p-metossi benzil glucosinolato. Questi sono 10 volte più concentrati nella radice fresca che in quella essiccata. Triturando la radice, l’enzima mirosinasi, contenuto nei vacuoli della pianta, fuoriesce nel citosol della cellula, andando ad agire su tali composti e trasformandoli in isotiocianati. Gli isotiocianati aromatici, specie il benzil isotiocianato e il p-metossibenzil isotiocianato, sono composti biologicamente attivi, che in diversi studi farmacologici hanno mostrato attività antitumorali. Questi composti sono stati rilevati anche nel Tropaeolum tuberosum, una specie ritenuta capace di incrementare la fertilità umana. Secondo l’ipotesi più accreditata,l’incremento di fertilità causato dalla maca, non sarebbe dovuto tanto ai glucosinolati, quanto alla presenza di quattro alcaloidi non ancora caratterizzati, denominati macaina 1, 2, 3 e 4. Nonostante tali divergenze, resta scientificamente dimostrato, che l’assunzione della maca è in grado di incrementare la libido e la fertilità in diverse specie animali, ed esistono numerose testimonianze, che comprovano tale azione anche nella specie umana. Nella radice di Lepidium meyenii sono inoltre presenti flavonoidi, saponine, tannini e fitosteroli: brassicasterolo, ergosterolo, ergostadienolo, campesterolo, sitosterolo, stigmasterolo e b-ecdysone. A quest’ultimo è imputata l’azione anabolizzante.
http://www.erboristeriadulcamara.com/maca.htm

COMPONENTI MACA
proteine, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina D, vitamina E, sali minerali,zinco, ferro,iodio, calcio, fosforo, potassio, magnesio, zinco,steroidi, flavonoidi, steroli, fitosteroli, glucosinolati aromatici, isotiocinati che sembra prevengano alcune forme di tumore, ( ma tali proprietà non sono state scientificamente dimostrate). Ha qualità nutrizionali simili a quelle dei cereali (carboidrati), è un alimento completo, una volta essiccato è in grado di mantenere inalterate per anni le sue caratteristiche nutritive. la RADICE essiccata è ricca di carboidrati, proteine, con modeste percentuali di lipidi ( acido linoleico, palmitico, oleico), contiene fibre, aminoacidi, (acido aspartico, glutammico, serina, glicina, istidina, treonina, cisteina, alanina, arginina, tirosina, fenilalanina, valina, lisina) grassi essenziali, è priva di caffeina. Contiene alcaloidi, giucocinolati, che sembra prevengano insieme agli steroli patologie al seno e allo stomaco ( in questi casi usare la maca sotto stretto controllo medico) Amminoacidi essenziali (isoleucina, leucina, lisina, metionina, cistina, valina, tirosina, fenialanina) Contiene anche alcaloidi, saponine triterpeniche e steroidee, e glucosinolati. Da notare è anche la presenza degli acidi grassi essenziali (acido oleico, linoleico ed arachidonico).Contiene i glucosinolati, contenenti glicosidi solforati che si trovano anche in altre specie della famiglia delle Brassicacee (ad esempio nei broccoli), sono glucosinolati benzilici, glucotropolina e p-metossi benzil glucosinolato. Questi sono 10 volte più concentrati nella radice fresca che in quella essiccata.
http://www.erboristeriaedaltro.com/BORRI%20MACA.html

FORME DI IMPIEGO
La radice del Maca rientra da secoli nell’alimentazione delle popolazioni andine, che lo consumano fresco, in pietanze e bevande tipiche, o essiccato. La radice secca può essere conservata molto a lungo, mantenendo pressocché inalterate le sue caratteristiche nutrizionali; la polvere può essere reidratata (sciolta in acqua, in succhi di frutta, o mescolata ai cibi) o consumata in diverse forme: tavolette, capsule, compresse, ecc. Se si desidera utilizzarne l’estratto, un’infusione a freddo è ideale per non degradare le saponine presenti.
http://www.cento-fiori.it/pag.schede/ILMN/maca.html

Proprietà toniche: benché priva di caffeina, la radice del Maca vanta proprietà stimolanti sul sistema nervoso, incrementando le capacità di concentrazione, la lucidità mentale e la Maca si e rivelato un aiuto alla memoria. Per le sue proprietà toniche ed energetiche chi estremamente valido per chi soffre di sindrome da stanchezza cronica e depressione, per svolge un'attività intellettuale impegnativa (es. studenti, manager, ecc.) e per superare momenti di particolare stress psico-fisico. PROPRIETA' ED APPLICAZIONI NUTRICEUTICHE Il concetto che alimentazione umana e salute siano intimamente legate e noto sin dall'antichità. Con il termine "nutriceutico" si intende un alimento in grado di avere effetti positivi sulla salute. Gli alimenti, infatti, sono sostanze chimiche capaci di influenzare le funzioni dell'organismo.
http://www.vitanaturale.it/prodotto.php?id=2823