Ananas sativus Schult utile nei casi di CELLULITE

Info botaniche
Ananas sativus Schult Denominazione botanica: Ananas sativus Schult., A. comosus, Bromelia ananas; Ananassa sativa L. -
fam. Bromeliacee
Sinonimi: ananasso
Nomi stranieri:
ingl. - Pineapple stem, nana; fr. - Ananas; ted. - Fichtenapfel; sp.
Pina de America
Proprietà

Ananas come trattamento naturale di Cellulite e ritenzione idrica.
Il gambo d' Ananas, molto ricco di bromelina, enzima proteolitico glicoproteico,si è dimostrato capace di controllare gli edemi sia di tipo post-traumatico che di origine infiammatoria (come ad esempio l'infiltrazione cllulitica). La bromelina agisce con meccanismo proteolitico sulla fibrina facilitando il drenaggio del focolaio infiammattorio e il riassorbimento del travaso emorragico. L' azione diuretica è dovuta alla presenza di acidi organici. Il gambo d' Ananas presenta pure una certa azione antiaggregante piastrinica.

Indicazioni


Bibliografia
Valnet J.: Cura delle malattie con ortaggi, frutta e cereali, Giunti Martello, Firenze, 1982
Vaga E.G.: Frutta e verdura curano e guariscono, De Vecchi Editore, Milano, 1989

Altre Info
Cerca altre informazioni su google: ananas

L'ananas è una pianta della famiglia delle Bromeliacee, originaria dell'America meridionale. Viene coltivata, per scopi alimentari, ornamentali e per la produzione di alcuni tipi di fibre, in tutte le regioni tropicali da dove vengono esportati i frutti.
Le proprietà - Tralasciando quelle banali che sono riconducibili genericamente alla frutta fresca, si può sottolineare che ha un indice di sazietà piuttosto buono. Da evitare quelli in scatola, solitamente arricchiti con zucchero; meglio sempre consumarlo come frutto che come succo.
INFO AL. - Carboidrati: 9,5; proteine: 0,5; grassi: 0; acqua: 86; calorie: 40.
Parte edibile: 57; calorie al lordo: 23.
http://www.albanesi.it/Alimentazione/cibi/ananas.htm

COMPOSIZIONE chimica dell' Ananas:
- enzima proteolitico: bromelina
- olio essenziale
- acidi organici: ac. citrico, malico e ossalico
- vitamine: carotenoidi, vit. A, vit. del gruppo B, vit. C
- aminoacidi e proteine
- minerali: iodio, magnesio, manganese, potassio, calcio
www.rodiola.it

Questo frutto esotico e’ originario dell'America centrale e’ arrivato in Europa dopo la scoperta del nuovo mondo. In quel periodo era chiamato nana dagli indigeni del Sud America, in seguito i Portoghesi trasformarono il nome in ananaz, accolto poi in italiano, francese e tedesco, mentre gli Spagnoli lo chiamarono piña, per la somiglianza del frutto con una pigna. Tale scelta diede origine anche al nome inglese pine apple. L'ananas (ananas sativus) per la sua strana bellezza e per la sua bonta’ desto’ subito l'ammirazione dei conquistatori europei. Tutti gli scrittori che per primi descrissero le Americhe ne parlano, e sembra che un frutto sia stato offerto a Carlo V, il quale pero’ ne diffido’ e non volle assaggiarlo. La pianta fu ben presto trasportata nelle Indie orientali, e ora la sua coltivazione e’ diffusa nella zona tropicale di tutto il globo. Una volta la coltura in serra dell'ananas era assai praticata in Europa, soprattutto in Inghilterra, in Francia, nel Belgio: si producevano cosi’ magnifici frutti per il consumo locale, ma di costo elevatissimo. Oggi grazie ai perfezionati mezzi di trasporto, questi come altri frutti tropicali sono importati in grandissime quantita’, e sono diventati una delle principali risorse per i paesi esportatori. L'ananas appartiene alla famiglia delle Bromeliacee, e’ una pianta erbacea a fusto molto ridotto e sotterraneo, caratterizzata da foglie ricoperte di strutture simili a squame, che assorbono l'acqua. Dalle foglie emerge l'infiorescenza costituita da una spiga di fiori uniti tra loro; da ogni fiore matura un frutto che nel nostro caso e’ una bacca. Tutte le bacche si saldano tra di loro formando un falso frutto o meglio un'infruttescenza, la quale con la sua superficie ricorda i coni dei pini, sopra di essa il fusto si allunga formando una corona di foglie. Quindi l'insieme delle varie parti dell'infiorescenza maturando si saldano insieme trasformandosi in una massa carnosa e succulenta. Come per ogni pianta coltivata da secoli ed in paesi diversi il numero delle varieta’ e’ vastissimo: differiscono per le foglie spinose o no, per la grandezza e la forma del frutto, per il sapore piu’ o meno dolce, piu’ o meno acido. Le varieta’ piu’ apprezzate sono: Abaca’, Black e Red Jamaica, Cayenne con o senza spine, Green e Red Ripley, Porto Rico, Red Spanish. Anche il terreno di coltura puo’ variare: in alcuni paesi l'ananas si coltiva al livello del mare, in altri fino a considerevoli altezze: non importa neanche che il terreno sia ricco e profondo, poiche’ le sue radici sono superficiali, ma e’ essenziale che il clima sia costantemente caldo e non soffra abbassamenti di temperatura, che il terreno sia perfettamente permeabile cosi’ che l'acqua possa filtrare facilmente.
http://www.lapelle.it/alimentazione/ananas.htm

C'è un frutto tropicale, originario dell'America Centrale che possiede qualità inaspettate, ma spesso ignorate. L'ananas infatti è conosciuto per lo più come un componente della macedonia da mangiare una volta all’anno per togliersi lo "sfizio"... ma non è così. Infatti l'ananas oltre ad essere buonissimo, contiene un'elevatissima quantità di vitamine e minerali, che lo rendono un alimento prezioso.
Il parametro più importante è la freschezza, solo se fresco infatti il frutto contiene intatti tutti i suoi principi nutritivi. Un frutto fresco si riconosce dalla buccia di color giallo verde, assolutamente priva di macchie, la consistenza deve essere dura, e il ciuffo deve essere di un bel verde e non appassito. Da evitare quelli di colore scuro, morbidi e con le foglie che si staccano perché sono troppo maturi.
http://www.bellezza.it/uomini/ali/ricette/ualianan.html

ANANAS E' il frutto di forma ovale di una pianta originaria dell'America del Sud, di piccole dimensioni, circa 30 cm di altezza, con foglie lunghe fino ad un metro, che ricadono come un ciuffo dalla sommità del frutto. L'ananas è caratterizzata da polpa gialla e aromatica, rivestita da una scorza marrone, giallastra o verde, formata da placchette fuse tra loro. Solitamente viene raccolta ancora acerba. La sua particolarità è data dal fatto che è un falso frutto, dal momento che è l'insieme di un centinaio di frutti saldati insieme.
Conservazione: se è matura può essere conservata anche per 6 giorni in frigo, nella parte meno fredda. In effetti il frigorifero non è il suo posto ideale, ma eventualmente potete ovviare chiudendola in un contenitore ermetico o sigillata con pellicola o alluminio, in modo che non trasmetta il suo profumo agli altri alimenti. L'ideale, soprattutto se è ancora acerba, sarebbe di tenerla in un luogo a temperatura ambiente, per due settimane circa, in modo da favorirne la maturazione.
http://www.italiadonna.it/public/percorsi/ricette/prod109.htm

Il gambo di ananas, un aiuto per la perdita del peso corporeo.
Il principio attivo del gambo d'Ananas (bromelina) ha proprietà diuretiche:
Ampiamente utlizzato per combattere la ritenzione idrica .
Contro la cellulite, oltre che nei dimagranti
Ottimo integratore per ridurre gli ematomi.
Proprietà disintossicanti.
Buona capacità nel contrastare le infiammazioni, specie alle vie urinarie.
www.dioniso.it

La bromelina è l'enzima proteolitico contenuto nel gambo di ananas. La bromelina ha una tale efficacia farmacologica, che è diventata sostanza base per la produzione di una serie di farmaci antinfiammatori. L'assenza assoluta di tossicità e la grande efficacia terapeutica rendono il gambo di ananas il prodotto di elezione nella cura di tutti gli stati infiammatori localizzati. Nella lipodistrofia localizzata (cellulite) il suo effetto è indiscusso: somministrando le bromeline lontano dai pasti per ottenere livelli efficaci nel sangue si ottengono miglioramenti evidenti con la completa scomparsa della cosiddetta pelle a buccia d'arancia che costituisce il classico ed antiestetico aspetto della cellulite.
http://www.italiasalute.it/erboristeria/ananas.asp

La bromelina del caule e' una glicoproteina basica, quella del frutto e' una proteasi acida, quella del caule e' la forma piu' usata ha un' ampia specificita' essendo in grado di idrolizzare diversi substrati proteinacei (proteine , amidi, oligopeptidi). Facilita la digestione delle proteine favorendo il funzionamento dell' apparato digestivo ed eliminando il gonfiore e la dispesia che puo' derivare da una digestione difficoltosa. Antinfiammatorio ed antiedemico aiuta a sciogliere gli accumuli di liquido e siero dei processi infiammatori accellerandone il riassorbimento. Fra le attivita' vi sono anche la prevenzione dell'ulcera, alleviamento dei sintomi della sinusite, inibizione dell'appetito , aumento della secrezione dei grassi e un'inibizione dell' aggregazione piastrinica.
http://www.cento-fiori.it/pag.schede/A/ananas.html